Phone: 0039-329.435.6146 - Email: sicilyguidetourism@gmail.com

Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

Giacomo Serpotta (Palermo, 10 marzo 1656Palermo, 27 febbraio 1732) è stato uno scultore e decoratore italiano. Due stucchi di Giacomo Serpotta nella Chiesa di S. Agostino (alias S. Rita) Palermo, fine del XVII secolo. Si distinse nell’arte dello stucco. Si deve a lui l’invenzione della tecnica detta allustratura.

La sua fu una famiglia di scultori: praticarono il mestiere il padre Gaspare, il fratello Giuseppe (con il quale collaborò lungamente) e il figlioProcopio.

Definito da Donald Garstang “il principale artista dello stucco in Europa” e da Giulio Carlo Argan “uno dei massimi scultori del Settecento”, Giacomo Serpotta (Palermo, 1656-1732) realizzò un’autentica rivoluzione stilistica e culturale, rinnovando la tecnica tradizionalmente povera dello stucco in arte ricercata e alla moda. Ebbe fama, successo e committenze dalle principali congregazioni e compagnie ecclesiastiche cittadine e siciliane: oggi i sontuosi apparati decorativi (suoi o di allievi membri della famiglia) sono presenti in una trentina fra oratori e chiese nella sola Palermo barocca.

Scopri il nostro tour La magia di Giacomo Serpotta

Itinerario

L’itinerario partirà uno dei quartieri più antichi e più popolari di Palermo: la Kalsa, antica cittadella degli emiri arabi che nel 1656 diede i natali proprio a Giacomo Serpotta. Attraverso la visita di chiese e oratori avremo modo di scoprire l’opera di questo genio della plastica scultorea, magistrale regista di spettacoli d’incomparabile grazia, rispetto al contesto spaziale in cui sono poste le sculture, dove risulta stupefacente la loro orchestrazione plastica e fluttuante. Si parla di un raffinato teatro nel quale figure allegoriche, putti e “teatrini prospettici” possiedono una vitalità così intensa e morbida, da realizzare una dinamica ritmica quasi musicale.

Sarà possibile scegliere tra due itinerari:

itinerario 1: Oratorio dei Bianchi (via dello Spasimo), Chiesa di Santa Maria della Pietà (via Torremuzza), Chiesa di Santa Maria degli Angeli detta la Gancia (in via Alloro), Chiesa di San Francesco d’Assisi (piazza San Francesco d’Assisi) e Oratorio di San Lorenzo (via Immacolatella);

itinerario 2: Oratorio del Santissimo Rosario in San Domenico (in via dei Bambinai), Oratorio del Santissimo Rosario in Santa Cita (via Valverde), Chiesa di San Matteo (corso Vittorio Emanuele), Chiesa del Gesù a Casa Professa (piazza Casa Professa).

Per avere informazioni contatta: sicilyguidetourism@gmail.com